Blog

Arriva finalmente il testo della sentenza della cassazione che chiarisce il concettodi domicilio informatico espresso dall'articolo 615-ter.

Con la sentenza la Cassazione  ha assicurato la protezione del “domicilio informatico” quale spazio ideale (ma anche fisico in cui sono contenuti i dati informatici) di pertinenza della persona, ad esso estendendo la tutela della riservatezza della sfera individuale, quale bene anche costituzionalmente protetto. Tuttavia l’art. 615 ter cod. pen. non si limita a tutelare solamente i contenuti personalissimi dei dati raccolti nei sistemi informatici protetti, ma offre una tutela più ampia che si concreta nello “jus excludendi alios”, quale che sia il contenuto dei dati racchiusi in esso, purché attinente alla sfera di pensiero o all’attività, lavorativa o non, dell’utente; con la conseguenza che la tutela della legge si estende anche agli aspetti economico-patrimoniali dei dati, sia che titolare dello “jus excludendi” sia persona fisica, persona giuridica, privata o pubblica, o altro ente”

Il testo della sentenza al link di seguito: http://associazionecindi.files.wordpress.com/2012/11/cass-pen-sentenza-42021-12.pdf

La notizia arriva da ADN Kronos "Torino, 16 gen. - (Adnkronos) - I carabinieri di Corneliano d'Alba hanno fermato e denunciato per frode informatica una 40enne incensurata di nazionalita' cinese, con regolare permesso di soggiorno che vive e lavora nel cuneese. La donna, da qualche giorno segnalata da alcuni esercenti del Roero ai militari perche' stranamente appena giocava alle slot iniziava a vincere, e' stata vista entrare dai militari in un bar del centro paese roerino e, una volta uscita, e' stata bloccata ed identificata." http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Piemonte/Cuneo-sbanca-slot-machine-mandandole-in-tilt-con-smartphone-denunciata_314087536694.html

Ancora non si conoscono i dettagli di questa nuova truffa basata su app, forse che osservando le combinazioni uscite e il tempo di uscita l'app sia in grado di "prevedere" la possima uscita ?

 

La notizia sembra incredibile: computer rubati al giudice di pace del tribunale di Napoli.

Certamente se i computer sono tenuti con la stessa cura e attenzione con cui sono conservati i fascicoli nei corridoi questo è il minimo che ci si può aspettare. Mi domando ma usare i cavi kengsinton per bloccare i PC? e le telecamere?