Blog

Dal 2015 sulle nostre auto E-Call 112 ma si potrebbe fare di più facendo regisrare alla centralina tuti i dati di navigazione come una scatola nera

Si chiama “E-call 112” ed è un sistema automatico in grado di chiamare i soccorsi in caso di incidente una scelta importante e di grande aiuto a migliorare il supporto alle vittime della strada. Credo perè che se a livello UE siamo a decidere di chiedere alle aziende automobilistiche i inserire tecnologia nelle loro centraline potremmo chiedere qualcosa anche di più efficace per dirimere le questioni assicurative. basterebbe aggiungere alla componentistica un sensore GPS e una memoria flash di pochi GB per far funzionare la centralina come una scatola nera che registra percorso, velocità guasti e perchè no anche le conversazioni dell'abitacolo. una vera scatola nera che con pochi spiccioli a livello di costo industriale permetterebbe di condurre indagini forensi ricostruendo con dettagli importanti la scena del danno e le dinamiche che l'hanno determinato. Car Forensics potrebbe essere il nome della nuova disciplina Forensics legata all'acquisizione dei dati della scatola nera delle autovettura. Una soluzione che porterebbe sicuramente maggiore giustiza nel contenzioso assicurativo e anche la riduzione delle azioni fraudolente a danno delle compagnie assicurative.

200.000 malware al giorno è il dato eclatante che emerge dallo studi di kaspersky.

E' stato infatti pubblicato un report di Kaspersky relativo ad una analisi statistica sulla diffusione e conoscenza di virus e malware. Il dato della presenza ogni giorno di 200.000 nuovi malware è assolutamente eclatante e di grande impatto. Una grande sfida estremamente impegnativa per le aziende che sviluppano prodotti per la protezione di virus e malware.

Dal report emerge anche un'altro dato interessante. A livello mondiale c'è una assoluta sottovalutazione dei rischi connessi a virus e malware, con solo il 4% del campione di indagine che ha consapevolezza dei rischi connessi alla diffusione e presenza di malware per il sistema informativo e per i dati della propria azienda.

I più alti livelli di consapevolezza di malware sono stati trovati tra gli intervistati in Medio Oriente, dove il 24 % delle imprese ha dimostrato di avere una buona conoscenza e percezione del rischio . con il 4% degli intervistati la Russia dimostra di avere il più basso livello di conoscenza di malware. Non stanno meglio le altre regioni, europa compresa, che stanno fra il 5% e il 7%.

 

di seguito il link del report Kaspesky http://www.kaspersky.com/about/news/virus/2012/2012_by_the_numbers_Kaspersky_Lab_now_detects_200000_new_malicious_programs_every_day

 

 La Corte di giustizia dell'Unione Europea ha sentenziato che i gestori di motore di ricerca, nel caso di specie Google,  non sono obbligati a rimuovere i dati personali pubblicati da siti Internet di terze parti.

Google ha ottenuto un pronunciamento, in sede UE,  secondo il quale l'azienda non può essere considerata responsabile del trattamento dei dati personali presenti nelle pagine Internet collegate.

la notizia da bloomberg http://www.bloomberg.com/news/2013-06-25/google-may-win-eu-case-over-data-control-top-court-aide-says.html