Blog

Bank Fraud

PizzeriaGoogleFilmato di una comicità leggera quanto basta per farci sorridere... e riflettere amaramente rispetto a come gestiamo consapevolmente o inconsapevolmente i nostri dati. Ogni giorno usiamo con piacere e soddisfazione google, i social network, la moneta elettronica, gli e-commerce. I nostri smartphone sono diventati il nostro migliore amico e più intimo confidente sia che si tratti di un Android che di un Apple....e in fondo siamo convinti, o meglio illusi,  che nessuno sia in grado di analizzare e comprendere la mole di dati che tutti insieme produciamo ogni giorno: mail, whatasapp, foto, post, acquisti online, pagamenti con carte di credito etc... ,

Ma si tratta solo di una illusione,  ci sono soggetti che investono capitali persone e risorse tecnologiche per analizzare, correlare e interpretare tutti i nostri dati: non chiamatela Intelligenza Artificiale, di intelligente non c'è niente, sono algoritmi che muovono e collegano centinaia di milioni di informazioni. L'intelligenza è ben altra cosa..... è quella di chi, con l'intento di avere i vostri dati, vi mette a disposizione gratuitamente prodotti e servizi  la cui gestione costa centinaia di milioni di dollari, e che illudendovi di essere clienti vi trasforma in prodotto da scaffale.

Nelle nostre scelte siamo travolti dalla moda, dai social, contenti perchè nessuno ti chiede un euro per la tua casella mail o per lo spazio su cui salvare i tuoi file, cediamo più o meno consapevolmente il controllo dei nostri dati ad altri: le nostre foto su facebook non sono più nostre ma di Facebook, Google ispeziona il contenuto delle nostre mail, tutto questo è scritto nelle condizioni contrattuali, che naturalmente nessuno o quasi  guarda, e che accettiamo quando ci iscriviamo ai servizi web. 

Mi auguro che questo video sia utile a riflettere e a usare consapevolmente tutti gli strumenti che abbiamo.

permessi legge 104E' legittimo il licenziamento di un dipendente che utilizza i permessi dalla legge n. 104/1992 per svolgere un’altra attività lavorativa.
La Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 29613, dell’11 dicembre 2017, nel respingere il ricorso di un dipendente nei confronti della sua società, ha confermato la legittimità del licenziamento a seguito del fatto che lo stesso dipendente in infortunio dal lavoro usufruiva anche del permesso per assistere un familiare disabile ai sensi della legge n. 104/1992, svolgendo un’altra attività lavorativa.

La cassazione legittima di fatto i controlli difensivi preventivi atti a valutare la corretta applicazione dei diritti richiesti. Indagini informatiche forensi permetto anche in questi casi di accertare coportamenti scorretti, illeciti se non addirittura dolosi. Sottoporre a perizia informatica forense smartphone computer assegnati al dipendente svela spesso un profilo ingnoto all'azienda.