frode

  • Bloccare le banconote false e rubate

    Banconote segnate, rubate o false, riconoscerle è difficile se non impossibile nel caso di banconote rubate o segnate. Impossibile si per una persona non per un computer.

    come al solito le informazioni sono registrate da qualche parte: sul sito del ministero dell'interno http://coordinamento.mininterno.it/servpub/ver2/Banconote/cerca_banco.htm e quindi in un database presso il ministero.

    Proviamo a usare la grande rete Internet e l'interconnessione di cui si sente tanto parlare ma che ancora si vede poco: mettiamo i self service dei distributori di benzina, dei biglietti dell'autobus, dei parchimetri, in rete collegati con un site del ministero per la verifica delle banconote.

    Questi strumenti sono già in grado di riconoscere le banconote vere da quelle false ma collegati alla grande rete potrebbero non accettare banconote con numeri di serie corrispondenti a banconote rubate o segnate.

    Proviamo ora a mettere questo tipo di controllo alla cassa di uno sportello bancario.

    Diciamo che l'interazine sarebbe altissima è vero  ma sarebbe enorme il guadagno che aziende e la società ne farebbero.


    Al prossimo post

  • CyberCrime Allarme POS per hotel e ristoranti

     

    pcws2010 res40http://www.corrierecomunicazioni.it/it-world/34715_cybercrime-allarme-pos-malumpos-prende-di-mira-i-pagamenti-in-hotel-e-ristoranti.htm

    Questa notizia è la dimostrazione di la nostra società moderna stia producendo software e sistemi di pessima qualità, nell'articolo si legge "I cybercriminali utilizzano questo malware per impossessarsi dei dati contenuti nelle bande magnetiche delle carte di credito, quando questi vengono trasferiti nella Ram del computer collegato al Pos. Questi dati, una volta estratti dagli hacker, possono essere utilizzati per clonare le carte di credito ed effettuare transazioni finanziarie fraudolente, utilizzando i conti bancari ad esse associati." 

    Iniziamo dall'esame dei sistemi desk all-in-one di Oracle Micros, si tratta di dispositivi all-in-one che in un unico case raccolgono le funzioni di computer e di pos, normalmente, come accade per le casse automatiche di pagamento, tipo metro o asl, dovrebbero avere le componenti  pos e "computer" separate.
    Dopodichè mi domandoperchè mai i dati della carta devono finire nella memoria del computer se uso un dispositivo di sicurezza per i pagmenti che si chiama POS????? e che è certificato dal suo produttore (ingenicoo/verifone etc...). per completare l'emissione dello scontrino? Ma scherziamo davvero!!!!
    è sufficiente che il pos venga interrogato sull'esito della transazione, magari qualcuno è riuscito pure a farselo certificare PCI-DSS?


Questo sito utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione. Cliccando OK puoi continuare la navigazione e questo messaggio non ti verrà più mostrato. Se invece vuoi disabilitare i cookie puoi farlo dal tuo browser. Per maggiori informazioni puoi accedere alla nostra cookie policy.