Blog

E' arrivata oggi la lettera del Tribunale di Firenze che accoglieva la mia istanza (ottobre 2011)  di iscrizione all'albo periti del tribunale di Firenze nella categoria esperti specializzazione in Sicurezza Informatica e Computer Forensics.


Dal 2003 sono iscritto all'albo CTU del Tribunale di Firenze n. 7519

Dal 2011 sono iscitto all'albo Periti del Tribunale di Firenze n. 422

La notizia sta facendo il giro della rete, anche pechè il progetto era assolutamente segreto fino a che non ci sono state le solite fughe di documenti. I dettagli li trovate su questo link http://www.webnews.it/2012/09/24/edri-arrivano-i-poliziotti-della-rete/ 

la cosa che mi fa riflettere è che  in europa si pensa ad un corpo di polizia senza avere prima pensato ad un corpo normativo, procedure e tecniche investigative condivise. In tema di accertamenti tecnici di tipo informatico sarebbe fondamentale che l'Europa si dotasse di una normativa comune condivisa, di best practice condivise e accettate in tutti i paesi prima di organizzare i corpi "militari" di controllo: senza norme e senza metodologie condivise e accettate cosa e come controllerebbero i poliziotti della rete?

 

Una vulnerabilità in alcuni smartphone Samsung, compreso l'S2,  permetterebbero di fare il reset hardware del telefono attraverso una pagina web malevola. Una ulteriore vulnerabilità permetterebbe addirittura di intervenire sulla SIM. In entrambi i casi senza che l'utente venga avvisato.

http://www.androidcentral.com/major-security-vulnerability-samsung-phones-could-trigger-factory-reset-web-browser