Blog

Venerdì 20 ottobre 2017 dalle ore 09:15 alle 17:30 si terrà ad Amelia il seminario aperto a tutti dal titolo “La Digital Forensics: coordinamento, metodologia, tecnologia e potenzialità”. L’ingresso riservato con invito o previa registrazione tramite sito EventBrite entro il 17 ottobre 2017. per maggiori dettagli visitate la pagine dell'evento su ONIF http://www.onif.it/seminario-digital-forensics-amelia/ o prendete nota della locandina dell’evento è scaricabile da questo link.

Per chi non lo sa il regolamento europeo 2016/679 pubblicato su Gazzetta Ufficiale Europea il 4 maggio 2016 è entrato in vigore il giorno successivo, il 25 maggio dello stesso 2016.
Per qualcuno sarà una sorpresa, "ma non mi avevano detto che entrava il vigore il 25 maggio 2018?". No è falso e troppi soggetti danno informazioni sbagliate.
Il 25 maggio 2018 il regolamento europeo sarà applicabile, ovvero gli utenti poteranno pretendere il rispetto della norma e chi non lo rispetta potrà essere sanzionato.

Quindi, una volta per tutte, proviamo a fare chiarezza: il Regolamento Europeo sulla Data Protection, noto come GDPR, è in vigore dal 25 maggio 2016 e sarà applicabile (sanzionabile n.d.r.) dal 25 maggio 2018. Quindi,se non ci avete ancora pensato, è il caso di effettuare una GAP Analysis per comprendere quanto la vostra azienda, il vostro studio professionale, sono distanti dai prescritti del GDPR, in modo da definire un piano di adeguamento che nel giro dei prossimi 9 mesi vi permetta di arrivare alla fatidica data in regola.
E non pensate, secondo il classimo stile italiano, che ci siano proroghe o rinvii... non è previsto ma sopratutto non è possibile dal momento che si tratta di un regolmaneto Europeo valido per tutti i paesi. Anzi, nel corso dei prossimi mesi quasi sicuramente assisteremo a pubblicazioni di raccomandazioni specifiche per ambiti da parte del WP29, il collegio dei Garanti Europei, che andranno ad integrare il GDPR.

E non dimenticate che GDPR prevedere formazione del personale, awarness, e verifica periodica dell'analisi del rischio... almeno annuale.

Possiamo aiutarvi nell'analisi e adeguamento a GDPR, contattateci senza impegno.

Microsoft ha annunciato una nuova funzionalità che si chiama Eye Controll, integrata per Windows 10.
L'ultima versione Windows Insider preview build include il supporto per una versione beta di Eye Control, a patto che si disponga del dispositivo Tobii Eye Tracker 4C.
Al momento Microsoft supporta solo il layout della tastiera in lingua inglese ma conta di aggiungere a breve altri layout.

Il programma nato per dare accessibilità a soggetti con handicap, potrebbe essere esteso a tutta l'utenza

E' sempre più vicino con Microsoft il momento in cui comanderemo con un uno sguardo i nostri computer.... ma anche quello in cui potranno registrare su quale dei contenuti a video si sta soffermando la nostra attenzione, per quanto tempo e forese anche la dilatazione della pupilla... potrebbero esserci impatti i significativi sulla privacy dei dati raccolti. L'analisi forense di un computer con Eye controll potrebbe svelare scenari oggi impensabili.

Fonti:
https://www.theverge.com/2017/8/2/16087368/microsoft-eye-control-windows-10-availability-beta-test
https://blogs.windows.com/windowsexperience/2017/08/02/announcing-windows-10-insider-preview-build-16257-pc-build-15237-mobile/

Questo sito utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione. Cliccando OK puoi continuare la navigazione e questo messaggio non ti verrà più mostrato. Se invece vuoi disabilitare i cookie puoi farlo dal tuo browser. Per maggiori informazioni puoi accedere alla nostra cookie policy.