C'è bisogno di spingere i consumi, dare sicurezza agli utenti e quindi cosa potevano inventare le banche? la carta virtuale.

Il meccanismo è semplice, con una carta prepagata si possono generare un numero considerevole di carte virtuali valide fino alla data che vogliamo noi e accettate sui circuiti visa.

La possibilità di generare tante carte virtuali usa e getta da certo una bella sensazione di sicurezza, di inattaccabilità dei propri soldi: "questa volta sono sicuro! non mi fregano, genero una carta che scade fra 3 ore, così non mi potranno più prosciugare il conto o la carta".

 Peccato che la carta virtuale si appoggi su conto vero o sulla carta vera contro la quale si fa phishing si scatenano keylogger e worm vari fino ad entrare in possesso dei dati di accesso a questa carta.

A questo punto il gioco è ancora più terribile! qualcuno potrebbe usare illegalmente la carta lasciando poche tracce e molto disperse.... le carte generate sono virtuali.... e qui diventa duro il lavoro di chi fa indagini.