Datagate: veramente i capi di stato UE erano ignari di essere spiati? e siamo sicuri che loro stessi non spiino gli USA? La cosa che mi ha veramente stupito in questa storia è l'ipocrisia dei capi di stato UE, che si sono mostrati sorpresi  di scoprire che gli USA ne spiavano sia le comunicazioni anche mediante le vecchie cimici. Ma i nostri capi di stato, recitano una parte o veramente sono ignari di tutto ciò? 

Nelle aziende serie, in cui l'informazione e le decisioni hanno un valore strategico, prima del consiglio di amministrazione si fa fare una bonifica da cimici, spesso la stanza del Direttore Generale viene passata al controllo cimici almeno una volta alla settimana:  come si può credere che nelle ambasciate e negli uffici della UE non si facesse bonifica delle cimici? che nessuno avesse il minimo sospetto? Se fosse vero saremmo davanti veramente a funzionari di stato certamente all'altezza del loro compito.

Le parole della  Viviane Reding  pongono oltremodo qualche dubbio sulla correttezza della UE  “I partner non si spiano l’uno con l’altro". Questo significa che anche l'Europa spia gli States? Tutti spiano ma nessuno lo vuole ammettere, del resto anceh se "amici" ognuno ha diritto a tutelare i propri interessi commerciali e a proteggere il proprio popolo, o forse no?